Tuttesatte Logo

Come diventare Vigile del Fuoco

Mag 16, 2022

Scopri cosa è necessario per entrare a far parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Chi è il Vigile del Fuoco

E’ una figura professionale a cui vengono affidati vari compiti nella salvaguardia di vite umane, animali e cose.

Il servizio antincendio è uno dei tre principali servizi di emergenza. Dalle aree urbane a bordo delle navi, i Vigili del Fuoco sono diventati onnipresenti in tutto il mondo. I compiti dei vigili includono: spegnimento, ventilazione, ricerca e soccorso, salvataggio, contenimento, pulizia e revisione.

L’inquadramento di questa figura è solitamente in un corpo pubblico, talvolta anche con limitate funzioni di polizia giudiziaria, per quanto esistano anche soggetti privati incaricati nei vari stati, dove la legge lo preveda.

Mansioni

Le mansioni svolte dai Vigili del Fuoco sono molteplici, ma quali sono gli interventi più richiesti dalla popolazione?

Il Vigile del Fuoco effettua principalmente il servizio antincendio, compresi la prevenzione, la lotta e lo spegnimento degli incendi, per proteggere vite umane, proprietà e ambiente ma soprattutto interviene anche in tutte le altre situazioni di emergenza come crolli e alluvioni, o anche nei pericolosi casi di incontrollabili rilasci di energia come nel caso di terremoti.

Entrare nei Vigili del Fuoco vuol dire essere sempre pronto all’azione.

Analizzare in modo rapido ed efficace le situazioni pericolose e adottare le misure adeguate fa di un Vigile del Fuoco la vera.

Partecipare a corsi di formazione, corsi ed esercitazioni in materia di lotta antincendio, assistenza medica d’emergenza, reazione alle catastrofi e salvataggio specializzato.

Diventare vigile del fuoco significa affrontare grandi pericoli. E’ un lavoro indispensabile per la comunità e dà enormi soddisfazioni personali. L’Altruismo è alla base di tutto perché il vigile del fuoco presta soccorso, indistintamente, proprio a tutti.

Requisiti e titoli preferenziali

I requisiti generali richiesti per diventare vigile del fuoco sono quelli generali per la partecipazione ai pubblici concorsi.

Il titolo di studio necessario per l’accesso alla qualifica di Vigile del Fuoco è il diploma di istruzione secondaria di secondo grado (diploma).

Il limite di età per accedere alla qualifica di allievo vigile del fuoco, attualmente è di 26 anni senza alcuna elevazione tranne che per i vigili volontari per i quali il limite è invece elevato a 37 anni.

Sia per l’età che per i requisiti fisici sono in via di emanazione dei nuovi regolamenti.

Inoltre, il possesso di ulteriori patenti di guida specifiche e diplomi tecnici da la possibilità di aumentare il punteggio finale nella graduatoria di merito.

Concorsi

Per diventare Vigile del Fuoco è necessario superare un concorso pubblico che viene indetto con un bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV serie speciale concorsi ed esami, visionabile anche sul sito internet www.vigilfuoco.it.

Il concorso che attualmente è in fase di svolgimento, prevede l’assunzione di 300 unita di Allievi Vigili del Fuoco. Il bando è stato pubblicato a maggio del 2021 e proprio in questi giorni verranno svolte le prime prove.

Il concorso per entrare nei vigili del fuoco è pubblico e prevede generalmente un iter composto da una prova preselettiva, una prova motoria e un colloquio, nelle quali vengono assegnati dei punteggi che serviranno alla formazione della graduatoria di merito.

  • Prova preselettiva è composta da domande a risposta multipla sulle materie previste dal bando concorsuale quali cultura generale, quesiti di logica, informatica e inglese.
  • Prova motorio-attitudinale per accertare l’efficienza fisica, la capacità motoria, forza, equilibrio, acquaticità e attitudine al soccorso tecnico.
  • Colloquio orale riguardo le discipline tecnico-scientifiche ed elementi di informatica. In più, dovrai dimostrare di conoscere una lingua straniera a scelta tra quelle indicate nel bando

Carriera

I vincitori del concorso sono nominati Allievi Vigili del Fuoco e ammessi a frequentare un corso di formazione della durata di nove mesi, di cui sei mesi di formazione presso la scuola per la formazione di base e tre mesi di applicazione pratica presso i comandi provinciali dei Vigili del Fuoco o gli altri uffici del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Nell’ambito del ruolo dei Vigili del Fuoco, la promozione da una qualifica a quella superiore è conferita a “ruolo aperto”, dopo 4 anni di effettivo servizio nella qualifica inferiore.

I ruoli più comuni nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco sono: Vigili del Fuoco, Capi Squadra e Capi Reparto e Ispettori antincendi. Ogni ruolo poi è suddiviso in più qualifiche.

Il ruolo di Vigile del Fuoco rappresenta la qualifica più bassa della categoria segue poi la qualifica di Vigile del Fuoco Esperto e successivamente da Coordinatore.

Anche per il ruolo da capo squadra le qualifiche sono suddivise in capo squadra esperto e successivamente da capo reparto.

Altrettanto importanti sono gli ispettori antincendio, anche essi divisi un più qualifiche. L’accesso avviene sempre tramite concorso ed in alcuni casi attraverso concorsi interni, rispettando le riserve dei posti dedicati come viene specificato nel bando.

Qualifiche Ispettori

  • Ispettore Antincendi Coordinatore
  • Ispettore Antincendi Esperto
  • Ispettore Antincendi

Altrettanto per il personale che espleta attività tecniche, amministrativo-contabili e tecnico-informatiche è sostanzialmente diviso in relazione alle funzioni:

  • Logistico-gestionali
  • Informatici
  • Tecnico-scientifici
  • Sanitari
  • Ginnico-sportivi

Stipendio

Mediamente gli stipendi dei Vigili del Fuoco dipendono, come per ogni altro contratto di lavoro nazionale, dal ruolo che ogni vigile del fuoco svolge.

Stando a quanto previsto dal Ccnl 2022, gli stipendi annui dei vigili del fuoco sono i seguenti:

  • Circa 19.000 euro annui per il ruolo di Vigili del Fuoco, qualificato, esperto e coordinatore
  • 20.000 euro annui per il ruolo di Capo squadra e Capo squadra esperto
  • Circa 21.000 euro annui per il ruolo di Capo reparto e Capo reparto esperto

Volendo fare un calcolo di stipendio mensile medio, un Vigile del Fuoco percepisce tra 1.500 euro e i 1.800 euro al mese.

Scarica l’APP e inizia ad esercitarti

Se vuoi ricevere informazioni su concorsi di prossima uscita e su tante altre novità

Iscriviti alla Newsletter!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.