Tuttesatte Logo

Semplificazione dei concorsi pubblici

Mar 29, 2021

La riforma sul reclutamento dei dipendenti pubblici è molto vicina:

entro venti giorni, infatti, si approverà un decreto con la riforma dei meccanismi di reclutamento nella pubblica amministrazione, che quindi diventeranno più veloci ed efficaci.

L’ha annunciato il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta.

L’obiettivo è far passare 100 giorni tra la pubblicazione del bando e la formazione della graduatoria finale.

Quindi il futuro sarà quello dei concorsi digitali: abbandonare carta e penna, e velocizzare le assunzioni del pubblico impiego, per poi arrivare alla piena digitalizzazione entro il 2026.

Il nuovo modello di concorsi digitali presenterà test a crocette e computer grazie all’intelligenza artificiale.

È dunque previsto il superamento del modello di concorso centralizzato con graduatorie a scorrimento e durata pluriennale favorendo invece percorsi più veloci e trasparenti.

In primo luogo si creerà un portale unico per il reclutamento, un’infrastruttura in grado di gestire i concorsi su tutto il territorio nazionale, prove concorsuali comprese. Per questo motivo si potenzierà il Formez.

Per migliorare le selezioni per Enti locali e Regioni, si sta inoltre lavorando a una banca dati dei fabbisogni centralizzata, integrata al portale unico.

Infine saranno previsti incentivi all’esodo di lavoratori vicini all’età pensionabile o con preparazione inadeguata alla transizione digitale, tutto ciò per favorire il ricambio generazionale.

Se vuoi ricevere informazioni sui concorsi di prossima uscita e su altre novità

Iscriviti alla Newsletter!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.